Attualità economica e salvataggio ambientale

I recenti eventi economici attuali nei mercati finanziari globali hanno stimolato una risposta che è sia troppo tardi per evitare la crisi e non affronta le cause profonde del problema, che è il comportamento egoista e avido di persone che non sono ritenute responsabili delle loro azioni . Si tratta di una situazione di per sé preoccupante, ma indica anche preoccupazioni più serie circa l’approccio dei governi di tutto il mondo riguardo alle questioni ambientali.

Il salvataggio delle istituzioni finanziarie minacciate dal collasso economico è stato effettuato rapidamente e il conseguente piccolo aumento della performance del mercato è stato praticamente istantaneo, sebbene gli effetti a lungo termine di questa situazione siano ancora lungi dall’essere chiari.

Queste decisioni sono state prese sulla base dei consigli di economisti esperti che hanno avuto la fiducia e l’orecchio di entrambe le istituzioni finanziarie per molti anni, sebbene i governi siano stati riluttanti ad agire se non costretti a farlo da circostanze terribili.

Che speranza abbiamo allora per l’ambiente? Nonostante gli avvertimenti altrettanto terribili di imminenti problemi con l’ambiente, i governi sono stati lenti ad agire o hanno evitato di agire per invertire il degrado ambientale. Questa tendenza continuerà fino a quando non sarà assolutamente ovvio che siamo nel mezzo di una catastrofe? In tal caso, gettare qualsiasi somma di denaro sul problema non sarà in grado di risolverlo. Stiamo trattando l’ambiente come se potesse essere riparato con un clic delle dita, proprio nel momento in cui il disastro incombe.

Dobbiamo uscire da questa visione miope e avida del nostro impatto sul pianeta. Dobbiamo avere una visione a lungo termine dei nostri effetti sul pianeta e adottare strategie di energia pulita su scala globale con la tecnologia che abbiamo ora a disposizione. Non possiamo permetterci di aspettare di annegare o soffocare, perché a quel punto non ci sarà modo di tornare indietro. Se questo accade, siamo noi umani che ci estingueremo.

È tempo che i governi facciano quello che dovrebbero fare: provvedere al benessere della loro gente sia per ora che per il futuro attraverso una pianificazione ben ponderata a lungo termine sia in ambito finanziario che ambientale.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *