Combinazioni di frutta incompatibili possono farti ammalare

So che è difficile da credere, ma mangiare combinazioni di frutta incompatibili può farti star male. Se avete letto i miei articoli sulla salute, probabilmente saprete ormai che sono un convinto sostenitore di una dieta mediterranea che include quantità adeguate di frutta perché apportano molte vitamine e minerali indispensabili per una buona salute. Quindi, se è così, come mangiare frutta può farti star male? Perché quando mangi determinati frutti in combinazione con altri alimenti, il tuo corpo produce tossine e reazioni chimiche dannose per il tuo organismo. Queste tossine possono portare alla malattia.

Pertanto, la prima regola è prestare attenzione alle diverse combinazioni in cui è possibile incorrere quando si mangia frutta; combinazioni giuste promuoveranno la salute mentre combinazioni sbagliate genereranno malattie. Ciò è dovuto a determinate incompatibilità tra alimenti che possono essere classificate come chimiche e fisiche:

* Incompatibilità chimica: Uno in cui si formano elementi tossici durante il processo di digestione a causa del fatto che alcuni dei nutrienti presenti negli alimenti che fanno parte del pasto sono chimicamente incompatibili tra loro.

* Incompatibilità fisica: Uno in cui alcuni alimenti rallentano la digestione di altri, facendo sì che la miscela rimanga più a lungo del necessario nel tratto digestivo, ovvero stomaco e intestino. Un esempio potrebbe essere il consumo di cibi farinacei e acidi nello stesso pasto.

Classificazione dei frutti

È importante conoscere i diversi gruppi in cui i frutti sono classificati in quanto questa classificazione ti aiuterebbe a combinarli correttamente. I frutti sono generalmente classificati come:

Frutti acidi: Questi frutti sono ricchi di acidi. Non tutti i frutti acidi contengono acido citrico come nel caso dell’ananas. I frutti acidi includono arance, pompelmi, ananas, mandarini, limoni, pomodori, kiwi e fragole.

Frutti a bassa acidità: Gli acidi di questi frutti non sono forti come quelli dei frutti acidi. I frutti a bassa acidità comprendono albicocche, prugne, uva, mele verdi, pere, nettarine, pesche, ciliegie e mango.

Frutti Dolci: Questi frutti non contengono acidi. Tra questi troviamo banane mature, tutti frutti secchi, manghi maturi, cherimoya, uva dolce e fichi.

Frutti neutri: Sono i più ricchi di proteine, vitamine, sali minerali e oli. I frutti neutri sono avocado, papaia e noci.

Fai attenzione a determinate miscele tra i frutti

La frutta fresca viene facilmente digerita perché povera di proteine, amidi e grassi, mentre ha un grande contenuto di acqua, enzimi e vitamine, caratteristiche che ne fanno assorbire rapidamente attraverso l’intestino. A causa del suo rapido assorbimento, i frutti non devono essere consumati subito dopo i pasti in quanto si siederanno sul resto degli altri alimenti nello stomaco e fermenteranno. Questa fermentazione causerà tossine e cattiva digestione.

Sebbene sia meglio mangiare frutta da soli, possono essere tollerati quando vengono ingeriti con altri alimenti che presentano condizioni digestive simili. Di seguito sono riportate alcune linee guida che è possibile osservare quando si mangia frutta per prevenire la formazione di tossine:

Frutti acidi e a bassa acidità: È meglio non combinarli con altri alimenti. In particolare, non combinarli con frutta dolce o amidi come patate, pane, riso, mais, biscotti, cereali, zucca, lenticchie o grano. Puoi combinarli, tuttavia, con proteine ​​animali come carne rossa, pollo, pesce, uova, formaggio e noci.

Frutti Dolci: Possono essere combinati tra loro. I frutti dolci non sono compatibili con i frutti acidi; quando gli acidi si mescolano con gli zuccheri rimangono più a lungo nell’intestino e ha luogo la fermentazione tossica. Inoltre, la formazione di glucosio richiede più tempo.

Non mescolare frutta dolce con formaggio, yogurt, noci, semi, fagioli, pollo, pesce, carne rossa, uova e cocco.

Frutti neutri: Consumare frutta neutra (noci, nocciole, mandorle, arachidi, ecc.) E frutta dolce nello stesso pasto causerà sempre indigestione che può danneggiare il fegato. Quando gli oli dei frutti neutri si combinano con gli zuccheri dei frutti dolci, producono composti tossici dannosi per le cellule del corpo. I frutti neutri possono essere combinati tra loro.

Combinazioni che dovresti evitare

1. Arance e carote: Possono causare malfunzionamenti del fegato. Aumentano la produzione di bile, aumentano le sostanze che danneggiano i reni e possono causare bruciori di stomaco.

2. Ananas e prodotti lattiero-caseari: Questa combinazione è abbastanza tossica per l’organismo.

3. Papaya e limoni: Può generare problemi con l’emoglobina, causando anemia.

Raccomandazioni generali da seguire quando si mangia frutta

1. Mangia frutta prima di un pasto, non dopo

2. Non indulgere in succhi di frutta acida

3. Non assumere il succo di frutta dopo un pasto. Puoi berlo un’ora prima del pasto.

4. Non mescolare frutta e verdura nello stesso pasto.

5. Non mescolare le arance con altri frutti.

6. I frutti citrici dovrebbero essere consumati al mattino.

7. I frutti dolci possono essere consumati in qualsiasi momento della giornata.

8. I frutti dovrebbero essere consumati maturi. I frutti che non sono maturi diventano acidi nel corpo.

Per una macedonia di frutta nutriente e gustosa, puoi mescolare i seguenti frutti: papaia, mango maturo, pere, fichi, datteri, mela rossa, pesche, banana, nettarine e ciliegie fresche.

Pensieri finali

Molti studi scientifici hanno dimostrato che quando le persone mangiano quantità adeguate di frutta, si verifica una sostanziale riduzione di molte malattie croniche comuni. Tieni presente, tuttavia, che combinazioni di frutta incompatibili può portare a malattie.

Buona giornata e buona salute.

Emilia Klapp, BS, RD.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *