Fair Trade Trickle Down Economics?

Nonostante le sane e oneste intenzioni del commercio equo e il suo crescente successo, resta il fatto brutale che il Fair Trademovement potrebbe aumentare la sua quota di mercato complessiva del 1000% e avere comunque un effetto trascurabile sull’aiutare i poveri agricoltori e le persone a uscire dalla povertà. sfortunatamente il mercato del commercio equo aiuta la ricca scommessa a diventare più ricca e il povero contadino ottiene la fetta più piccola della torta, se del caso.

Purtroppo il concetto e la realtà non sono la stessa cosa in termini di commercio equo e solidale. Quindi, se vuoi fare un acquisto che aiuta davvero qualcuno che è una cosa socialmente buona per acquistare uno dei caffè di beneficenza che supportano orfani o bambini senza casa. Sfortunatamente il logo viene spesso venduto senza alcuna prova che gli agricoltori finali stanno ottenendo i soldi extra. Il commercio equo peggio non impone alcun tipo di livello di reddito per gli agricoltori che sostiene – così gli agricoltori ricchi possono beneficiare tanto quanto il povero agricoltore. Pensa a questo – che pensi abbia accesso o comunicazioni per scoprire il commercio equo – il povero contadino senza elettricità o il ricco contadino con TV, telefono cellulare, computer, internet e telefono – così enormi baroni della terra e grandi aziende possono possedere la fattoria del caffè e ottenere la certificazione del commercio equo e solidale? Quindi nella maggior parte dei casi stai solo aiutando i ricchi a diventare più ricchi. Guarda mai una mappa che mostra la posizione in cui si trova l’indirizzo dell’azienda F. T. Ti sorprende che il 90% delle aziende certificate sia negli Stati Uniti?

Ecco un altro pensiero. La maggior parte dei paesi del terzo mondo le persone sono estremamente povere. Le persone più ricche della terra del paese del terzo mondo. La più ricca di queste ricche terre proprie che producono reddito, cioè un’azienda agricola o un tratto di produzione minerale di terra o cava. Quindi in quel paese del terzo mondo di gran lunga le persone più ricche sono quelle che possiedono una fattoria. È vero che potrebbero non essere ricchi secondo i nostri standard, ma sono più ricchi di oltre il 95% dei loro connazionali. Quindi, se ti concentri solo sul 5% degli agricoltori certificati che si trovano in un terzo mondo in realtà stai anche aiutando le persone più ricche in quel paese – le persone che hanno bisogno dell’aiuto di meno.

Infine, la cosa più inquietante è la società che commercializza il commercio equo e solidale. TransFair descrive le commissioni per il logo che ammontano a pochi centesimi sulla sterlina. Quei penny si sommano. L’anno scorso, ha generato $ 1,89 milioni di tasse di licenza da parte delle aziende che hanno utilizzato il logo. Ha anche speso $ 1,7 milioni in stipendi, viaggi, conferenze e pubblicazioni per l’organizzazione di 40 dipendenti. E NON hanno donato un centesimo ai poveri agricoltori – i ragazzi che stanno commercializzando per aiutare. Ora è davvero giusto? Commercio equo e solidale – sì giusto!

Quindi ora perché dovresti comprare il caffè gourmet FT? Non è certamente perché aiuta il povero contadino desolato che stai immaginando. Hai detto di aver acquistato il commercio equo e solidale perché la qualità era migliore? Sfortunatamente, solo perché il caffè del commercio equo e solidale costa di più, non vi è alcuna garanzia o standard che la qualità sia migliore. In realtà è vero il contrario: la maggior parte dei caffè F.T sono di qualità peggiore. Ci sono centinaia di aziende di caffè che non potevano vendere il loro caffè perché era di scarsa qualità. Ma quell’azienda del caffè ha poi ottenuto il commercio equo e solidale e wow le vendite sono aumentate. Ma ancora una volta non è stato fatto nulla per migliorare la sua qualità – tutto ciò che devono fare è mostrare che stanno pagando un prezzo più elevato per il caffè – non devono dimostrare chi stanno pagando o come viene distribuito il denaro. Quindi, per favore, controlla quel caffè del commercio equo prima di acquistarli. Il logo non significa nulla: sono facilmente acquistabili. Guarda il loro sito web per i PROGETTI e i PROGRAMMI che hanno implementato. Non limitarti a seguire lo “stratagemma di marketing del commercio equo e solidale” che afferma che il commercio equo aiuta gli agricoltori poveri – trova i loro agricoltori reali che stanno aiutando – controlla per vedere quali agricoltori stanno davvero aiutando. Altrimenti sai che è solo un “logo acquistato”. Quindi trova un caffè sociale o benefico e sentiti bene che stai davvero aiutando le persone. Quindi fai attenzione con il tuo acquisto per le vacanze – assicurati che il tuo caffè gourmet sia più che un avvolgente.

Ora non è una tazza di caffè stucchevole?

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *