Il frutto di Marula: alcol africano per animali selvatici o mito totale?

Hai familiarità con l’albero di Marula? In caso contrario, è un bellissimo albero africano che produce frutti meravigliosi e gustosi! Frutti deliziosi, che a quanto pare fanno ubriacare gli elefanti …? La storia va avanti da secoli … tant’è che è persino diventato un liquore, chiamato “Amarula” per intenditori (molto gustoso tra l’altro, un po ‘come quello di Bailey)!

Origine

La storia risale agli anni ’70 (1974 per l’esattezza), quando un ragazzo di nome Jamie Uys produsse due documentari chiamati “Beautiful People” (ha anche diretto “The Gods Must Be Crazy”). Il filmato, tra le altre cose che mostra gli animali selvatici che si ubriacano dopo aver mangiato i frutti di marula, è diventato un successo immediato (e ha anche ricevuto un premio per il miglior documentario). Da allora milioni di persone sono ancora convinte che gli elefanti si ubriachino davvero con frutti così “potenti”! La domanda è: è vero?

Informazioni autentiche o errore totale?

Mi dispiace deludervi, ma (dis) fortunatamente (dipende da come la vedete …) la storia è assolutamente falsa! In effetti, il filmato di Jamie Uys è stato completamente messo in scena e gli animali sono stati infatti nutriti con alcol (difficile da credere che io sappia …). I registi hanno inzuppato il cibo e poi l’hanno filmato! Oggi il film avrebbe fatto scandalo, ma allora era un’altra storia!

Apparentemente, se tutto questo “mito” fosse vero, qualsiasi persona (o animale) dovrebbe ingerire il 25% del proprio peso corporeo nella frutta (in una volta sola) per potersi ubriacare. Non molto realistico !;)

Caratteristiche della frutta

I frutti di Marula sono molto ricchi di vitamina C e la noce è ricca di proteine! In altre parole, il frutto non è solo una prelibatezza per gli elefanti, ma anche per la maggior parte degli animali della savana africana! Anche impala, kudu, nyala, babbuini, facoceri e altre creature si nutrono di questo delizioso piatto. O lo prendono direttamente da terra, o grazie ai pachidermi che scuotono gli alberi per raggiungere il loro premio.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *