Matematica della corruzione

Un aspetto intrigante della storia umana è che alcune abitazioni umane che sembrano eccellere per un periodo e guidare il cambiamento evolutivo iniziano a declinare dopo che è stato raggiunto un certo livello di progresso. La fine di una civiltà a causa di un evento naturale o artificiale catastrofico non è inaspettata. Tuttavia, il fatto che queste civiltà non siano in grado di ricostruire anche molto tempo dopo che la calamità è passata è difficile da spiegare. Se un gruppo di umani fosse in grado di creare una civiltà avanzata in un determinato momento, dovrebbe essere tanto più facile per loro farlo di nuovo con l’ulteriore vantaggio dell’esperienza. Ma scopriamo ancora e ancora che questo non accade. Così i siti delle prime civiltà dell’umanità – Valle dell’Indo. La Mesopotamia e l’Egitto sono alcuni dei luoghi più arretrati del mondo. Cinquemila anni fa gli abitanti della valle dell’Indo avevano a disposizione bagni privati ​​con impianto idraulico e scarico. Oggi la maggior parte dei cittadini della zona defeca all’aperto come animali. Un tempo la Grecia e Roma guidano l’Europa; oggi si trovano difficilmente in una posizione di leadership nello stesso continente.

Si può pensare che le civiltà leader originarie siano diminuite a causa di una diluizione genetica delle persone originarie a causa del mescolamento con una popolazione più ampia non sviluppata. Tuttavia, abbiamo spesso notato che anche un piccolo gruppo di persone influenti ed evolute può aiutare a stabilire una civiltà avanzata anche se la maggior parte della popolazione non è evoluta in modo simile. Un altro motivo per cui gli antichi erano assegnati al declino delle civiltà è il decadimento morale e la corruzione. Una volta che entra nella società, è un’infezione persistente che, alimentata dall’avidità, può prevalere per migliaia di anni. Sebbene le società corrotte tendano ad essere corrotte su tutta la linea, è la corruzione tra i ricchi e potenti che ha il maggior effetto sulla società. Un dittatore corrotto, anche se può funzionare sotto le spoglie di un leader democratico, può impoverire un’intera nazione. Allo stesso modo, la corruzione tra politici, polizia, magistratura, amministratori senior e influenti uomini d’affari di un paese può portare a generare povertà per molti, direttamente o indirettamente, come risultato delle loro azioni.

Per illustrare il punto che la corruzione tra pochi può portare all’impoverimento di molti all’interno di qualsiasi società, consideriamo un modello matematico altamente semplificato. La povertà dei gruppi sociali è un gioco di numeri e quindi adatta alla modellizzazione matematica. Partiamo dal presupposto che in media la corruzione finanziaria di un membro ricco in un dato paese si traduca nella povertà di dieci membri della società. Questa non è un’ipotesi di alto livello perché è stato detto che un singolo dittatore può causare povertà tra milioni di persone. Il termine ricco è un termine astratto inteso in modo diverso da persone diverse. Qui si può intendere che la persona ricca più basilare è quella che non è privata delle necessità di base della vita – che sono disponibili cibo nutriente adeguato, alloggio adatto, vestiario e bisogni medici di base, bisogni educativi ecc. Per la famiglia. facilmente a una persona del genere. Ciò è in contrasto con le persone che non possono permettersi cibo nutriente o sufficiente, spazi abitativi ecc. E quindi possono essere considerate povere. Tra i ricchi, certamente ci sarebbero alcuni che soddisfano a malapena la definizione di essere ricchi, mentre ci sarebbero alcuni che potrebbero essere considerati ricchi sporchi che hanno abbastanza soldi non solo per i loro bisogni essenziali ma anche alcuni da bruciare o buttare in giro. Potrebbero anche esserci alcuni membri della società ultra ricchi. Queste sono come le persone più ricche del mondo che non solo hanno abbastanza soldi da bruciare, ma se dovessero davvero farlo, la loro vita non sarebbe un periodo sufficiente per portare a termine il compito.

Ritornando alla nostra ipotesi iniziale che, in media, la corruzione finanziaria di un ricco si traduca nell’impoverimento di dieci persone, possiamo derivare una semplice relazione tra l’estensione della corruzione e la povertà all’interno di una società. Quindi, se il novanta per cento dei ricchi fosse corrotto essendo diventato ricco con mezzi ingiusti, il novanta per cento della popolazione sarebbe povera. Su dieci ricchi nove sarebbero corrotti e questi nove risulterebbero in novanta poveri. La situazione qui descritta non è molto diversa da quella che prevale oggi in alcuni paesi in via di sviluppo. D’altra parte, se solo l’uno per cento dei ricchi è corrotto, porta a una società in cui solo il dieci per cento della popolazione è povera. Su cento persone novanta sono ricchi ottantanove che hanno ottenuto quella via da sforzi onesti con una sola raccolta di ricchezze illecite. Questa situazione potrebbe non essere molto diversa dalla situazione che prevale oggi in alcuni dei paesi ricchi del mondo. Anche all’interno di un paese si applicano ragionamenti simili e si può notare che le province più povere sono quelle in cui la corruzione è più diffusa. L’argomento secondo cui la povertà si traduce in corruzione non può essere invocato qui perché al momento stiamo considerando la corruzione solo dei ricchi. Una relazione matematica può essere sviluppata sulla base del presente assunto.

Se un paese ha una percentuale R di persone ricche con una percentuale C corrotta, allora

(RC / 100) x 10 = 100 – R

Perciò,

RC / 10 + R = 100

O,

RC + 10R = 1000

E,

R = 1000 / (C + 10)

Sulla base dell’equazione sviluppata possiamo tabulare l’influenza della percentuale di corruzione sulla percentuale di povertà. È mostrato nella tabella 4.1

Tabella 4.1: Influenza dei livelli di corruzione sui livelli di povertà, P

C%, R%, P%,

1, 90.9, 9.1

2, 83,3, 16,7

3, 76,9, 23,1

4 71,4, 28,6

5, 66,7, 33,3

6, 62,5, 37,5

7, 58.8, 41.2

8, 55.6, 44.4

9, 52,6, 47,4

10, 50,0, 50,0

20, 33,3, 66,7

30, 25,0, 75,0

40, 20,0, 80,0

50, 16,7, 83,3

60, 14,3, 85,7

70, 12,5, 87,5

80, 11,1, 88,9

90, 10,0, 90,0

100, 9.1, 90.9

L’analisi qui è estremamente semplificata. Fenomeni complessi come il comportamento umano richiedono un trattamento molto più complesso. Tuttavia, anche con una modellazione complessa, l’andamento dei risultati ottenuti non sarà molto diverso. Anche il semplice modello qui illustra gli effetti insidiosi che la corruzione tra i membri ricchi e potenti della società può avere sulla società nel suo insieme. La tabella mostra che anche se il 20% dei membri ricchi della società è corrotto, può portare alla povertà la maggioranza della società. D’altra parte, una volta che la corruzione supera il livello del settanta per cento, non importa se è l’ottanta o il novanta o addirittura il cento per cento. La povertà sarà limitata a circa il novanta per cento. Devono esserci alcune persone per consumare la generosità della natura. L’effetto insidioso della corruzione nella società è drammatizzato da questa analisi matematica. Mostra quanto sia importante vincere questo male se le società umane devono diventare prospere

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *