Tecniche di potatura per verdure comuni

La potatura o semplice rifilatura è l’ultima tecnologia applicata alle colture orticole per aumentare la qualità dei frutti e delle colture di vite. La riduzione del numero di rami e viti fornisce il massimo utilizzo degli elementi nutritivi da parte della pianta che supporta la produzione di frutti di qualità e vigorosi. I rami e le viti in eccesso sono solo un’aggiunta al carico delle piante, poiché hanno utilizzato più sostanze nutritive e non hanno dato vantaggi in termini di qualità dei frutti.

Per produrre più frutti di qualità, è necessario rimuovere quei rami e le viti in eccesso. Sono semplicemente parti di piante in eccesso e non hanno alcun valore economico per i giardinieri.

Benefici derivati ​​dalla potatura

1) Ridurre al minimo la concorrenza della luce solare, i nutrienti e l’acqua: questi tre fattori, se limitati alla crescita delle piante, ne riducono la produttività. La potatura li aiuta a essere disponibili per le piante perché alcune parti di piante non necessarie sono state rimosse.

2) Riduce al minimo l’insorgenza di insetti nocivi e malattie – Quando poti le tue piante, sono esposte alla luce solare totale, quindi, riduce l’attacco di parassiti e malattie. Parassiti e malattie non rimangono a lungo in condizioni calde rispetto al luogo ombreggiato.

3) Ridurre al minimo gli spruzzi – Quando non si spruzza, si riducono al minimo i costi di produzione e allo stesso tempo si contribuisce a creare un ambiente privo di sostanze chimiche.

4) Migliora la qualità dei frutti – Le piante potate hanno frutti di dimensioni maggiori e hanno un prezzo migliore sul mercato.

Tecniche di potatura delle verdure comuni

• Upo, Patola e Ampalaya

1) 14-15 giorni dopo il trapianto, rimuovere le viti laterali compresi fiori e frutti dal 1 ° – 12 ° nodo (almeno un metro dalla base della pianta.

2) Consentire ai frutti sul 13 ° nodo in su (questa è la zona di fruttificazione).

3) Effettua la potatura di follow-up e rimuovi quelle foglie ricci.

• Anguria

1) Tagliare la gemma terminale dopo il 4 ° nodo per consentire lo sviluppo di 4 viti tardo-centrali.

2) Rimuovere le viti secondarie laterali compresi fiori e frutti fino al 9 ° nodo.

3) Lasciare sviluppare i frutti sul 10 ° nodo in su

4) Rimuovere le viti laterali non le foglie che potrebbero spuntare sotto il 9 ° nodo.

5) Lasciare che 1 frutto ogni vite laterale sviluppi un totale di 4 frutti per le 4 viti laterali.

• Melata e melone (senza graticci)

1) Taglia i boccioli terminali come nell’anguria.

2) Rimuovere le viti secondarie laterali compresi fiori e frutti fino al 5 ° nodo.

3) Lasciar sviluppare i frutti sul 6 ° nodo in alto.

4) Mantieni 3-4 frutti per pianta.

• Melata e melone (con graticci)

1) Rimuovere le viti laterali, inclusi fiori e frutti, dal 1 ° nodo – 9 ° nodo.

2) Permettono di sviluppare frutti tra il 10 ° e il 20 ° nodo (zona fruttifera).

3) Mantieni due frutti per pianta.

• Schiacciare

1) Rimuovere tutte le viti laterali compresi frutti e fiori dal 1 ° fino al 5 ° nodo.

2) Lasciare sviluppare i frutti sul 6 ° nodo in alto

3) Rimuovere le foglie sotto il 6 ° nodo una volta che le viti laterali sono completamente sviluppate.

4) Non permettere che le viti laterali si sviluppino al di sotto del 6 ° nodo. La potatura di follow-up dovrebbe essere sempre osservata.

• Cetriolo

1) Rimuovere le viti laterali compresi fiori e frutti fino al 5 ° nodo.

2) Lasciare sviluppare i frutti sul 6 ° nodo in alto.

3) In ogni vite secondaria lasciare che si sviluppino due frutti, quindi tagliare la punta dopo il 3 ° nodo.

• Melanzane, peperoni e pomodori

1) Rimuovere tutti i germogli ausiliari fino al maiale.

2) Sopra il maiale lasciare che si sviluppino 4 rami e rimuovere le foglie sotto il maiale.

3) Dopo la fase di fruttificazione rimuovere le foglie sotto il maiale.

4) Non permettere che i rami si sviluppino sotto la zona del maiale.

Pota sempre le verdure per ottenere la qualità migliore che desideri.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *