The Politics Of Animal Stories – Chinua Achebe

Nel lavoro “Cosa c’entra la letteratura con essa” Achebe solleva una domanda molto pertinente relativa alla letteratura alla creazione. Si chiede se “le persone creano storie” o “le storie creano persone” o piuttosto “le storie creano persone creano storie”. Alla domanda se le storie sarebbero venute per prime o le persone sarebbero venute per prime è collegato il mito della creazione, a cui è collegata la straordinaria storia di Fulani ‘. È una storia della creazione sul fatto che l’uomo sia nato per primo o che la storia sia nata per prima. La storia narra che all’inizio c’era un’enorme goccia di latte. Quindi il latte ha creato la pietra, la pietra ha creato il fuoco; il fuoco ha creato l’acqua; l’acqua ha creato l’aria ‘. Quindi l’uomo fu modellato da Doondari su cinque elementi. Ma l’uomo aveva l’orgoglio. Quindi Doondari ha creato la cecità e la cecità ha sconfitto l’uomo. La storia parla della creazione, della sconfitta dell’uomo attraverso l’arroganza e la redenzione dell’uomo. Queste storie non si limitano alla creazione, ma sono state assorbite dalla storia dell’uomo, dalle organizzazioni sociali, dai sistemi politici, dagli atteggiamenti morali, dalle credenze religiose e persino dai pregiudizi.

Il sistema politico Igbo prevale sull’assenza di re. La parola “re” è rappresentata più da parole diverse. Nella città di Ogidi, nella regione di Igobo, la regalità gradualmente andò in disuso, perché il re dovette saldare molti debiti, di proprietà di tutti gli uomini e le donne del regno. In effetti uno che divenne un re nutriva un disprezzo assoluto per il popolo quando organizzava un rituale chiamato “Kola-nut”, in cui si rompeva il dado tra i denti e faceva mangiare alle persone la noce di cola ricoperta di saliva del re. Fu detronizzato e il popolo divenne repubblicano. Fu deciso che il re avrebbe dovuto garantire la solvibilità del popolo. Queste storie mitiche della regalità si sono ridotte all’emergere della comunità britannica quando la regalità si è fusa con l’eredità politica britannica e ha acquisito nuove connotazioni.

Achebe menziona due storie di animali sull’emergere della comunità britannica quando la regalità si fonde con l’eredità politica britannica e acquisisce nuove connotazioni.

Achebe menziona due storie di animali che sono brevi ma abbastanza complesse da giustificarle come letteratura. Una volta ci fu un incontro di animali, in una piazza pubblica, quando un vicino fu avvistato dai suoi vicini che andavano nella direzione opposta. Il pollame spiega che non era andato alla riunione a causa di questioni personali. Il pollaio disse generosamente che, sebbene non fosse presente nel corpo, sarebbe stato presente nello spirito. Fu deciso durante l’incontro che un particolare animale, vale a dire il pollame, d’ora in poi sarebbe stato regolarmente sacrificato per gli dei. E così il volatile aveva dato il suo consenso ad essere una vittima sacrificale per sempre.

La seconda storia degli animali parlava di un serpente che cavalcava un cavallo. Il serpente non poteva cavalcare molto abilmente. È arrivato un rospo per mostrare l’equitazione del serpente. Il rospo cavalcò molto abilmente, tornò e restituì il cavallo al serpente. Il serpente disse sorridendo che era meglio avere che non avere. Aveva il cavallo in possesso. Quindi cavalcò con il cavallo come prima.

Queste due storie hanno implicazioni curiose. La storia dei polli è una storia di avvertimento per i cittadini democratici che non partecipano attivamente al processo democratico. La seconda storia ha significati delle divisioni di classe. Il serpente è un aristocratico in una società di classe mentre un rospo è un comune con esperienza il cui sforzo personale non ha importanza perché non possiede i beni necessari. Il serpente possiede merito per nascita o ricchezza e quindi gode di privilegi che possieda abilità o meno.

La connessione di queste storie con la letteratura è implicita. La letteratura offre spazio per la transizione e il cambiamento sociale. La letteratura può causare cambiamenti nella società. Il re che impone ai suoi sudditi di mangiare la noce coperta di saliva è ovviamente un invito alla ribellione. La storia del serpente è anche una storia di divisione e privilegio di classe, ma i suoi semi di rivoluzione in essa. Gli esperti non possono essere incitati a ribellarsi osservando l’indebito privilegio dei ricchi non qualificati. L’implicazione è la dissoluzione di un’oligarchia incompetente. In effetti la figura del serpente è stata scelta a causa della sua mancanza di attrattiva perché alla fine diventerebbe il bersaglio della rivoluzione.

La letteratura è connessa con la crescita sociale, economica ed educativa. La letteratura è legata alla creazione di società umane. Poiché la Nigeria vuole crescere come nazione indipendente, ha bisogno dell’energia creativa delle storie nazionali per sostenere e sostenere la crescita della nazione.

In effetti, anche se guardiamo indietro alla letteratura classica, si vede che la rappresentazione di Achille o Ulisse è indirettamente collegata alla crescita della Grecia come nazione. Così anche la ritrattistica di Beowulf è collegata allo sviluppo sociale, storico e nazionale della società anglosassone. Esiste una relazione tra gli anglosassoni seduti attorno al fuoco sul focolare che si ribellano contro il freddo e tracciano la loro crescita e la narrazione della psicoanalisi. Entrambi hanno un’implicazione psicologica in loro. Quando uno racconta una storia allo psicoanalista, in realtà racconta una storia. La connessione tra letteratura e psicoanalisi come Achebe afferma come “La letteratura può avere anche un importante e profondo effetto positivo, funzionando come una sorta di matrice generosa e nutriente per una psiche sana e in via di sviluppo”. La letteratura aiuta quindi a contrastare la psiche nella vita reale, aiutando nella scoperta di se stessi che si prefigge di affrontare la vita. La letteratura attraverso il simbolo della storia animale si connette con rivolte politiche, crescite sociologiche e storiche, nonché con l’analisi psicoanalitica del sé che aiuta a confrontarsi con la realtà e a trovare il proprio sé.

Fonte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *